https://ilgrilloviaggiante.it/
"Sognare e Viaggiare"
il Grillo racconta
Macondo esiste
In qualsiasi villaggio della selva
sudamericana, in qualsiasi angolo...

Leggi articolo


Ricerca Vacanze Offerte Scontate Last Minute Last Second Prenota Prima Vacanze Insieme Festività Wellness Eventi

e-vado Chiamaci 0698264700 - il Grillo Viaggiante

Vacanze Zanzibar, foto e racconti di viaggio

Ecco le cartoline e le recensioni dei Veri Viaggiatori di Caesar Tour!

« Torna alle Offerte

Altre cartoline - Pagina

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21

PALUMBO REEF BEACH RESORT - VACANZA EFFETTUATA A GENNAIO 2023 - RELAX E NATURA

di ATTILIO . il 03/02/2023

Avventura rilassante tra mare splendido e spiagge bianche immerse selvaggiamente tra le palme. Resort piccolo ma davvero carino in stile etnico ed abbastanza confortevole. Il Palumboreef Resort offre tutto quello di cui si ha bisogno. Piscina, area relax con Spa e massaggi anche in siaggia, ristorante al buffet molto vario e di ottima qualità. Personale gentile ed affabile sempre disponibile. Il sorriso la fa da padrone. Pochi turisti ma di buona qualità. Fuori dai giri turistici dell'isola è un posto dove rilassarsi e stare bene. Per muoversi si organizzano unscite con dei transfert appositi che ti portano per tutta l'isola. Zanzibar è un isola piccola tutta da visitare. La zona piu divertente e viva è al nord tra le due spiagge di Nungwi e Pengwe nelle quali non si risente neanche del fenomeno della marea che, ogni 6 ore lascia almeno 800 metri di sabbia all'asciutto ma anche quello è un fenomeno da vedere. Le escursioni sono di diverso tipo e costi ma consiglio vivamente il Blu Safari, le altre sono tutte molto simili. La spiaggia ed est è bella e selvaggia ma piena di Beach Boys che cercano di vnderti la qualunque anche se a prezzi stracciati e spesso molto piu convenienti che nei resort. A Zanzibar si sta davvero bene...occhio solo al sole che picchia davvero...sempre protetti !

PALUMBO KENDWA RESORT - VACANZA EFFETTUATA A NOVEMBRE 2022 - UNA MAGNIFICA ISOLA IN LEGGERO DECLINO

di ALESSANDRA N. il 13/11/2022

La mia,non sarà una recensione entusiasta come quelle che ho letto,semplicemente,perchè essendo stata a Zanzibar nel 2017, l'ho trovata decisamente in declino.Certo l'isola è sempre magnifica ma,tenendo presente che ci vengono chiesti 7$ al giorno di tassa di sogg.,vorrei vederli utilizzati in ambito turistico.L'isola è sempre superlativa per quel che riguarda il mare,la vegetazione e la fauna ma, è piena di cantieri edili e di macerie ovunque e ad esempio, le escursioni più famose Nakupenda e Prison Island sono state ( nel mio caso) notevolmente sotto lo standard antecedente e non mi si dica “perchè hai acquistato il pacchetto dai beach boys”, in quanto è stato l'unico pacchetto che ho preso con l'hotel. In ogni caso, su Nakupenda abbiamo trovato una ressa che nemmeno i suk di Marrakech, tutti attaccati gli uni agli altri con una quantità indicibile di venditori ambulanti e cuochi improvvisati che lasciavano sulla magnifica lingua di sabbia,carbonella,carta stagnola e tappi di plastica..un vero schifo. Inoltre,il fatto di doversi ingozzare per non venire spazzati via dall'alta marea, la dice lunga sull'organizzazione dell'attrazione, che essendo dell'hotel doveva essere appunto meglio concertata. Prison Island invece, a parte la zona delle tartarughe, che è rimasta essenzialmente invariata, (ma che comunque non ha dato l'opportunità a tutti i turisti di cibarle con una foglia di insalata, ovvero chi prima arrivava poteva dare una balla di insalata, mentre gli altri si attaccano) l'ho trovata molto logora rispetto al 2017, pensavo che comunque essendo un'attrazione a pagamento, gli introiti servissero a manutenerla, mentre non è stato decisamente così. Per quanto riguarda la spiaggia di Kendwa invece è stata una nota positiva rispetto al precedente viaggio, in quanto il fenomeno della bassa marea è stato decisamente poco evidente. Questa spiaggia è ampissima ed è composta di sabbia bianca finissima che, anche nelle ore più calde, stranamente non scotta i piedi. il paesaggio è maestoso, acqua da sogno, stelle marine ,ricci, tartarughe e pesci multicolori, la nota leggermente negativa è l'assillo da parte dei venditori ambulanti che ti si attaccano come delle sanguisughe e che litigano tra loro per chi ti ha visto prima, come se il fatto di averti visto per primo, desse loro una qualche prelazione sul turista. L'hotel dove ho alloggiato è stato una piccola sorpresa , piccolo e pulitissimo, con cibo molto buono, tutti o quasi gli inservienti parlavano Italiano, c'era il wi fi gratuito e mancava ( almeno nella mia camera) la Televisione ma, nulla di importante. Mancava invece l'accesso diretto alla spiaggia e bisognava arrivarci utilizzano i Dale Dale, che son camioncini dove al posto del cassone vengono messe una sorta di panchine in legno , quindi mezzi di trasporto molto caratteristici e soprattutto sempre disponibili. Purtroppo la strada per arrivare in spiaggia era "diciamo dissestata", più o meno come se fosse avvenuto un terremoto del decimo grado della scala Mercalli e il panorama tutto intorno, era un passare da un cantiere edile all'altro. La spiaggia dell’hotel in realtà era da condividere con i turisti di tre altre strutture alberghiere, il Palumbo Beach , il Palumbo Waves e il Palumbo Kewnda e gli ombrelloni di paglia erano uno attaccato all’altro, per fortuna, nel periodo in cui sono andata non c’era molta affluenza contrariamente mi sarebbe sembrato di essere a Rimini. Il ristorante sulla spiaggia dove dovevamo mangiare obbligatoriamente a pranzo (in hotel non si poteva)era ben fornito e sopra di esso vi è una SPA, gestita da Ibrahim e Hisham,due simpatici egiziani,i massaggi da 50 minuti mi son costati 20 euro e Maria, la massaggiatrice li valeva tutti.Con i beach boys ( nello specifico con un ragazzo che si faceva chiamare "Antonio" tra i tanti “Leonardo Da Vinci” , “Giovanni Rana”, “Nutello” etc etc :-D" )ho fatto invece un’esperienza paradisiaca all'atollo di Mnemba ( non per nulla se l'è preso Bill Gates )con nuotata tra i delfini, circa 20 tra adulti e cuccioli, e fauna marina multicolore.. inoltre abbiamo comunque potuto fruire di una lingua di sabbia un gran lunga superiore a quella di Nakupenda.Per quanto riguarda il visto d’ingresso consiglio di farlo direttamente a Zanzibar, visto che costa 50$ e ti offre l’opportunità di uscire subito dall’aeroporto, vista la coda che si crea al controllo dei visti fatti on line.Un’altra cosa da ricordare è quella di tenersi sempre i soldi per la tassa d’uscita in contanti .. perché accettano solo quelli. Detto questo, se mi chiedessero : consiglieresti Zanzibar? Risponderei immediatamente : Assolutamente sì e andateci quanto prima, per poterne godere al meglio. Il rientro alla Malpensa si è svolto con l’a/c sparata addosso per 10 ore filate e nonostante due coperte ha fatto i suoi danni,sono scesa dall’aereo con la tracheite e 39° di febbre.Infine per quanto riguarda il personale della Caesartour,nel mio caso Barbara è stata

PALUMBO KENDWA RESORT - ZANZIBAR

di ALESSANDRO A. il 07/08/2022

Soggiorno molto piacevole in una struttura vicino al mare con servizio di navetta per la spiaggia, camera ampia e pulita dotata di TV, condizionatore, frigorifero e cassetta di sicurezza. Ampia scelta di cibo e frutta fresca con servizio a buffet per colazione, pranzo (fatto al ristorante sulla spiaggia) e cena, pasta cucinata espressa per gli italiani legati alla cucina di casa, espressi anche altri piatti cucinati davanti ai clienti, personale estremamente gentile e disponibile, lingua parlata (oltre lo swaili) l'inglese ma abbastanza diffuso anche l'italiano. Paesaggi e mare incantevoli, persone sempre sorridenti e cortesi con i turisti. Volo di A/R confortevole e personale di NEOS molto gentile così come l'assistenza in aeroporto del personale ALPITUR. Consigliato a chi vuol visitare un mondo completamente diverso da quello di casa nostra che apre gli occhi su quello che ci circonda oltre ad aprire la mente e il cuore. Hakuna matata come ti dicono tutti gli zanzibarini ovvero Nessun problema, filosofia per affrontare con serenità le difficoltà della vita e loro sanno bene di cosa si parla.

KIWENGWA BEACH RESORT ****S - UN PARADISO

di GABRIELLA A. il 20/12/2020

Viaggio stupendo, animazione coinvolgente ma non invadente.. mare e posti da merivaglia . Ri partirei domani!

KIWENGWA BEACH - FANTASTICA SETTIMANA

di ILARIA S. il 19/02/2020

Ho soggiornato al Kiwengwa beach resort a Zanzibar.. tutto molto bello e caratteristico! Personale gentile, pulizia buona e cibo ottimo! Lo consiglio vivamente a tutti... escursioni incluse!!

  Altre recensioni - Pagina  di 38  
Richiedi Informazioni »