Ricerca Vacanze Offerte Scontate Last Minute Last Second Prenota Prima Vacanze Insieme Festività Wellness Eventi

e-vado Chiamaci 0698264700 - il Grillo Viaggiante

Gioca e Viaggia: conquista Tour della Cappadocia e tanti Sesterzi !!!

Indietro

Boscolo Tour dell'India

Si trova in India \ Tour

Vedi tutte le foto »

Delhi, Rajasthan e Varanasi


giorno 1 Partenza - Delhi
Il nostro viaggio in India ha inizio. La nostra destinazione è Delhi, la megalopoli più popolosa dell'India, città unica al mondo che esemplifica in pieno tutta la ricchezza e i contrasti di questa incredibile nazione. Atterriamo in serata o in nottata, e all’arrivo in aeroporto incontriamo l’assistente che ci accompagna al nostro hotel.

giorno 2 Delhi
Iniziamo la giornata con un giro in minivan per i grandi viali della nuova città, su cui si affacciano il Parlamento e il celebre India Gate. Visitiamo il grande tempio sikh di Gurudwara Bangla Sahib per un primo approccio al misticismo indiano e ci immergiamo quindi nel caos di Chandni Chowk, il cuore nevralgico della città vecchia. Visitiamo la grande Moschea del Venerdì (Jama Masjid), prima del pranzo al ristorante. In seguito visitiamo l’esterno del Forte Rosso, costruito alla fine del 1600 per volere dell’Imperatore Shah Jahan. Infine raggiungiamo il Gandhi Smriti, luogo in cui Gandhi visse i suoi ultimi giorni di vita, e il Raj Ghat, suo luogo di cremazione. La sera ceniamo in hotel.

giorno 3 Delhi - Agra
Dopo la colazione visitiamo il Qutub Minar, o Torre della Vittoria, capolavoro dell’arte islamica in India che, con i suoi 72 metri, è il più alto minareto in mattoni del mondo. Proseguiamo con la visita del Lotus Temple, il tempio a forma di loto costruito nel 1986 dai seguaci della fede Baha’i: qui tutto parla di pace e di serenità, tutto è bianco e non c’è nessuna immagine, perché qui tutti, di qualsiasi religione, possono entrare, pregare e meditare. Partiamo quindi per Agra, con una sosta per il pranzo lungo il percorso. Qui visitiamo il Forte Rosso, la fortezza voluta dall’imperatore Akbar e trasformata in splendida residenza da suo figlio Shah Jahan. Rientriamo in hotel per la cena.

giorno 4 Agra - Fatehpur Sikri - Abhaneri - Jaipur
Il Taj Mahal, uno dei monumenti più straordinari al mondo, fu costruito per volere dell’Imperatore Shah Jahan come tomba per l’adorata moglie e il momento migliore per visitalo è all’alba, quando il sole tinge il bianco edificio di mille colori. Rientriamo in hotel per la colazione e in seguito partiamo per la città fantasma di Fatehpur Sikri, costruita dall'imperatore Akbar e abbandonata dopo soli dodici anni. Il pranzo è previsto nel corso dell’escursione. Sostiamo poi al piccolo villaggio di Abhaneri, celebre per la presenza del Chand Baori, forse il più monumentale tra i pozzi a gradoni dell’India. Raggiungiamo quindi Jaipur, dove ceniamo in hotel.

giorno 5 Jaipur
Visitiamo la “città rosa”, che deve il suo nome al colore dell’arenaria con cui sono stati costruiti gli edifici. Vediamo il monumentale Palazzo dei Venti, il Palazzo di Città e l'Osservatorio Astronomico. Durante la passeggiata nel coloratissimo mercato, le signore possono farsi decorare le mani con l'henné e provare così una delle tradizioni indiane più radicate. Dopo il pranzo al ristorante abbiamo del tempo a disposizione fino al tardo pomeriggio, quando raggiungiamo in jeep il Forte di Amber, arroccato su una collina, e visitiamo questo complesso monumentale annoverato tra i siti Unesco. Ceniamo presso l’esclusivo ristorante 1135 AD per provare un autentico ambiente reale rajput.

giorno 6 Jaipur - Pushkar
Partiamo verso Pushkar, la città sacra nata dalle mani del dio Brahma, dove è previsto il pranzo. Pushkar è una delle città più antiche dell’India e si affaccia sull’omonimo lago che, secondo la tradizione, ha avuto origine dalle lacrime del dio. Qui passeggiamo tra i ghat dove abbiamo anche modo di partecipare a una cerimonia di benedizione con un bramino. Percorriamo piccole stradine dove tutto è ritualità e spiritualità. Visitiamo l’unico tempio esistente dedicato a Brahma, dove santoni ricevono pellegrini e turisti per divulgare i loro consigli. Pushkar è una città vegetariana ed è vietato introdurre e consumare carne e alcolici. La cena, strettamente vegetariana, è prevista in hotel.

giorno 7 Pushkar - Jodhpur
Dopo la colazione partiamo in direzione di Jodhpur, dove arriviamo per il pranzo in hotel. Conosciuta come la “città blu" per il colore con cui sono costruiti la maggior parte degli edifici, Jodhpur è la seconda città del Rajasthan ed è stata la sede di una delle più celebri dinastie di Maharaja dell’India. Visitiamo l’imponente Forte di Mehrangarh, che dalla collina domina il centro abitato e comprende numerosi edifici ed un museo che conserva le ricche collezioni dei Maharaja. In seguito visitiamo il Jaswant Thada, imponente cenotafio di marmo bianco, e saliamo poi a bordo di un tradizionale tuc-tuc per un giro nella città vecchia. Rientriamo in hotel per la cena.

giorno 8 Jodhpur - Ranakpur - Udaipur
Partiamo per Udaipur e, lungo il percorso, facciamo una sosta per visitare lo splendido complesso jainista di Ranakpur che, con i suoi 3600 metri quadrati, è il più vasto dell’India. L’amore e il profondo rispetto della natura della comunità jainista si riflette nelle architetture dei loro templi e qui a Ranakpur troviamo un vero capolavoro di sculture e ceselli del candido marmo bianco con cui è stato costruito l’edificio. Dopo il pranzo raggiungiamo Udaipur, incastonata tra i verdi rilievi degli Aravalli e il Lago Pichola, seconda capitale dell’antica dinastia dei Mewar che ha governato questa regione per 1400 anni. Ceniamo in hotel.

giorno 9 Udaipur
Dedichiamo la giornata alla visita guidata di Udaipur, che prevede in mattinata la visita del Palazzo di Città, un meraviglioso palazzo in marmo e granito affacciato sul Lago Pichola, al cui interno si trovano numerosi cortili e giardini, e del Museo dei Maharaja. Dopo il pranzo al ristorante continuiamo la visita con il tempio di Jagdish, nel quale si trovano diverse statue molto interessanti, con una navigazione sul Lago Pichola e poi con la visita del Jag Mandir, sontuoso palazzo che risale al XVII secolo. La cena di arrivederci è accompagnata da musica e danze tradizionali.

giorno 10 Udaipur - Delhi
Dopo la colazione la mattina è libera, con la possibilità di partecipare a un'escursione facoltativa a Eklingji e Nagda per visitare i templi induisti costruiti tra il VII e il X secolo. In tarda mattinata raggiungiamo l’aeroporto di Udaipur e dopo un breve volo raggiungiamo Delhi. Arrivati a Delhi ci sistemiamo nella camera che abbiamo a disposizione per riposare prima del volo notturno. Ceniamo in hotel.

giorno 11 Delhi - Rientro
Il nostro viaggio in India è arrivato alla sua conclusione e dobbiamo ora prepararci a salutare questa affascinante e indimenticabile nazione. Nella notte veniamo accompagnati all'aeroporto di Delhi per ripartire, in tempo utile per salire a bordo del volo di rientro che ci riporta in Italia.

India: Triangolo d'Oro


giorno 1 Partenza - Delhi
Il nostro viaggio in India ha inizio. La nostra destinazione è Delhi, la megalopoli più popolosa dell'India, città unica al mondo che esemplifica in pieno tutta la ricchezza e i contrasti di questa incredibile nazione. Atterriamo in serata o in nottata, e all’arrivo in aeroporto incontriamo l’assistente che ci accompagna al nostro hotel.

giorno 2 Delhi
Iniziamo la giornata con un giro in minivan per i grandi viali della nuova città, su cui si affacciano il Parlamento e il celebre India Gate. Visitiamo il grande tempio sikh di Gurudwara Bangla Sahib per un primo approccio al misticismo indiano e ci immergiamo quindi nel caos di Chandni Chowk, il cuore nevralgico della città vecchia. Visitiamo la grande Moschea del Venerdì (Jama Masjid), prima del pranzo al ristorante. In seguito visitiamo l’esterno del Forte Rosso, costruito alla fine del 1600 per volere dell’Imperatore Shah Jahan. Infine raggiungiamo il Gandhi Smriti, luogo in cui Gandhi visse i suoi ultimi giorni di vita, e il Raj Ghat, suo luogo di cremazione. La sera ceniamo in hotel.

giorno 3 Delhi - Mandawa
Prima di partire verso il Rajasthan visitiamo il Qutub Minar, o Torre della Vittoria, capolavoro dell’arte islamica in India che, con i suoi 72 metri, è il più alto minareto in mattoni del mondo. Partiamo quindi per Mandawa, nella regione di Shekhawati. Il pranzo è incluso nel corso del viaggio. Raggiungiamo Mandawa nel tardo pomeriggio e in serata ceniamo con un accompagnamento di canti e danze tradizionali.

giorno 4 Mandawa - Jaipur
Lo Shekhawati è una piccola regione del Rajasthan in cui si sono insediati i ricchi mercanti Marwari. Famose sono le loro dimore (Haveli) impreziosite da dipinti naif coloratissimi e da oggetti di grande lavoro, frutto dei commerci che seguivano la celebre Via della Seta. Al mattino passeggiamo nei villaggi della zona fino ad arrivare alla Jhunjhunwala Haveli, un edificio con pareti affrescate, modanature in legno decorate e soffitti colorati. Dopo il pranzo al ristorante partiamo alla volta di Jaipur, che raggiungiamo in serata. Ceniamo in hotel.

giorno 5 Jaipur
Visitiamo Jaipur, la “città rosa”, che deve il suo soprannome al colore dell’arenaria con cui sono stati costruiti gli edifici. Vediamo il monumentale Palazzo dei Venti, il Palazzo di Città e l'Osservatorio Astronomico. Durante la passeggiata nel coloratissimo mercato, le signore possono farsi decorare le mani con l'henné e provare così una delle tradizioni indiane più radicate. Dopo il pranzo al ristorante abbiamo del tempo a disposizione per lo shopping. Nel tardo pomeriggio raggiungiamo in jeep il Forte di Amber, arroccato su una collina, e visitiamo questo maestoso complesso monumentale. Ceniamo presso l’esclusivo ristorante 1135 AD per provare un autentico ambiente reale rajput.

giorno 6 Jaipur - Abhaneri - Fatehpur Sikri - Agra
Al mattino partiamo verso Agra, con due tappe lungo il percorso. La prima è al piccolo villaggio di Abhaneri, celebre per la presenza del Chand Baori, forse il più monumentale tra i pozzi a gradoni dell’India, un vero palazzo che invece di ergersi verso il cielo scende con un dedalo di scale alla ricerca dell’acqua, molto rara in queste zone. La seconda tappa ci consente di visitare la città fantasma di Fatehpur Sikri, città-palazzo costruita dall'imperatore Akbar e abbandonata dopo soli dodici anni. Pranziamo nel corso del viaggio. In serata giungiamo ad Agra, che un tempo fu una delle più magnificenti capitali dell’Impero Moghul. La cena è inclusa.

giorno 7 Agra
Visitiamo il Forte Rosso, costruito nel 1565 per ordine di Akbar il Grande e trasformato in residenza principesca dal figlio Shah Jahan. L’interno è un dedalo di padiglioni, moschee, vasche e fontane che culminano nello Shah Burj, dal quale si gode della vista sul Taj Mahal. Visitiamo la tomba di Akbar a Sikandra e il Barj Taj. Dopo il pranzo, una passeggiata nel Giardino della Luna ci introduce alla visita più importante della giornata: il Taj Mahal, che cerchiamo di raggiungere al calar del sole. Considerato uno dei monumenti architettonici più straordinari al mondo, venne costruito per volere dell’Imperatore Shah Jahan come tomba per l’adorata moglie. Ceniamo in hotel.

giorno 8 Agra - Delhi
Il momento migliore per visitare il Taj Mahal è all’alba, quando il sole tinge il bianco edificio di mille colori. Per questo motivo è disponibile una seconda visita facoltativa al Taj Mahal alle prime luci dell’alba. Dopo la prima colazione in hotel partiamo verso Delhi, pranzando nel corso del viaggio. Arriviamo nel pomeriggio e visitiamo il Lotus Temple, il tempio a forma di loto costruito dai seguaci della fede Baha’i: qui tutto è bianco e non c’è nessuna immagine, perché chiunque, di qualsiasi religione, può entrare, pregare e meditare. Raggiungiamo il nostro hotel in zona aeroporto e ci sistemiamo in camera per riposare un po’ prima del volo notturno. Ceniamo in hotel.

giorno 9 Delhi - Rientro
Il nostro viaggio in India è arrivato alla sua conclusione e dobbiamo ora prepararci a salutare questa affascinante e indimenticabile nazione. Nella notte veniamo accompagnati all'aeroporto di Delhi per ripartire, in tempo utile per salire a bordo del volo di rientro che ci riporta in Italia.

Kashmir e Ladakh, sulle tracce del Buddha


giorno 1 Partenza - Delhi
Il nostro viaggio in India ha inizio. La nostra destinazione è Delhi, la megalopoli più popolosa dell'India, città unica al mondo che esemplifica in pieno tutta la ricchezza e i contrasti di questa incredibile nazione. Atterriamo in serata o in nottata, e all’arrivo in aeroporto incontriamo l’assistente che ci accompagna al nostro hotel.

giorno 2 Delhi
Iniziamo la giornata con un giro in minivan per i grandi viali della nuova città, su cui si affacciano il Parlamento e il celebre India Gate. Visitiamo il grande tempio sikh di Gurudwara Bangla Sahib per un primo approccio al misticismo indiano e ci immergiamo quindi nel caos di Chandni Chowk, il cuore nevralgico della città vecchia. Visitiamo la grande Moschea del Venerdì (Jama Masjid), prima del pranzo al ristorante. In seguito visitiamo il Forte Rosso, costruito alla fine del 1600 per volere dell’Imperatore Shah Jahan. Infine raggiungiamo il Gandhi Smriti, luogo in cui Gandhi visse i suoi ultimi giorni di vita, e il Raj Ghat, suo luogo di cremazione. La sera ceniamo in hotel.

giorno 3 Delhi - Srinagar
Facciamo colazione molto presto al mattino e partiamo in volo verso il Kashmir. Arriviamo a Srinagar, la capitale estiva dello stato del Kashmir, situata a oltre 1600 metri: la “Città dei laghi” ha il suo centro sul lago Dal. Ci sistemiamo nella houseboat dove alloggiamo e pranziamo. Nel pomeriggio visitiamo i Giardini Mughal per i quali la città è famosa: il Giardino Nishat, il più grande, che attraverso 11 terrazze scende fino al lago Dal, e il Giardino Shalimar, un susseguirsi di laghetti su terrazze, collegati da fontane e vialetti. Al tramonto facciamo una suggestiva escursione in shikara, la “gondola” del Kashmir, sul lago Dal. Ceniamo al ristorante e pernottiamo nella houseboat.

giorno 4 Srinagar
Partiamo per Gulmarg, situata a 2600 metri di altitudine, in una vallata di incredibile bellezza, dichiarata Riserva della Biosfera, che d’estate diventa un variopinto prato fiorito dove trovano rifugio i cervi muschiati dell’Himalaya, la volpe rossa e l’orso nero. Prendiamo poi la Gondola Cable Car, una cabinovia che ci porta fino a 3747 metri d’altezza, sull’Aparwath Peak, da dove si può ammirare uno splendido panorama sull’Himalaya che nelle giornate limpide arriva fino all’imponente Nanga Parbat. Dopo il pranzo al ristorante abbiamo del tempo a disposizione per godere della natura di Gulmarg, prima di rientrare a Srinagar per la cena al ristorante e il pernottamento nella houseboat.

giorno 5 Srinagar - Kargil
Dopo la colazione partiamo in direzione di Kargil, seconda città del Ladakh, adagiata sulle sponde del fiume Suru. Lungo la strada sostiamo a Sonmarg, situata a 2730 metri di altitudine e chiamata “il prato d’oro” per i suoi colori puri: le bianche vette himalayane si stagliano contro il blu del cielo, il verde dei prati e l’argenteo corso del fiume Sindh, che abbonda di trote. Qui abbiamo del tempo per fare delle foto e bere una tazza di tè. Arriviamo a Kargil nel primo pomeriggio e ci sistemiamo in hotel prima del pranzo. Il resto del pomeriggio è libero e la cena è prevista in hotel.

giorno 6 Kargil - Nurla
Partiamo in direzione di Nurla e lungo la strada sostiamo per la visita del Monastero di Mulbekh, che ospita un’enorme statua del Buddha dell’Avvenire. Proseguiamo il viaggio attraversando il passo di Fatu-La, a 4180 metri di altitudine, e scendiamo poi nella vallata fino al Monastero di Lamayuru, splendido complesso monastico dei Buddhisti Tibetani. La leggenda narra che nel luogo dove sorge il monastero c’era un enorme lago che il monaco Arahat prosciugò e al cui posto cominciò a crescere il grano. Arriviamo in hotel nel primo pomeriggio e, dopo il pranzo, abbiamo del tempo libero a disposizione a Nurla, villaggio lungo le sponde del fiume Indo. Ceniamo in hotel.

giorno 7 Nurla - Leh
Partiamo in direzione di Leh, capitale del Ladakh, soprannominato il “piccolo Tibet”. Durante il viaggio ci fermiamo per visitare due monasteri, Likir e Basgo. Likir Gomba è un importante e influente monastero buddhista, il cui abate è un cugino del Dalai Lama e al cui esterno spicca una statua del Buddha del Futuro alta 23 metri. Proseguiamo il viaggio fino al monastero di Basgo, costruito su uno sperone di arenaria che si staglia contro le imponenti vette himalayane e composto da tre templi. Arriviamo in hotel nel primo pomeriggio e, dopo il pranzo, abbiamo del tempo a disposizione a Leh, situata ad oltre 3500 metri, in una valle del fiume Indo. Ceniamo in hotel.

giorno 8 Leh
Visitiamo Shey, che fu capitale del Ladakh e anche dopo lo spostamento a Leh i reali rimasero in questa città: intorno al palazzo reale si trovano moltissimi chorten commemorativi. In seguito visitiamo il monastero di Hemis, uno dei più importanti del Ladakh, anche per il festival di danza cham che si tiene ogni estate. Il monastero di Thiksey è uno dei più vasti della regione e i suoi edifici sono costruiti sui fianchi di un colle. Il complesso comprende diversi templi e stupa, interni riccamente decorati e due importanti statue di Buddha. Pranziamo a Thiksey e in seguito rientriamo a Leh, dove abbiamo il pomeriggio libero per riposare o per visitare la città in autonomia. Ceniamo in hotel.

giorno 9 Leh
Visitiamo il monastero di Samker Gompa, situato in una valle a 3 km da Leh: il monastero è importante perché sede di Tson-Kha-Pa, il fondatore della scuola buddhista dei berretti gialli. Ci spostiamo poi all’elegante stupa di Shanti, posizionato su una collina che domina l’intera vallata e la città di Leh. In seguito visitiamo il Palazzo di Leh, l’antico palazzo reale, costruito sul modello del palazzo del Potala a Lahsa, in Tibet. L’imponente edificio è visibile da quasi tutta la città. Infine vediamo il Tempio di Leh e rientriamo poi in hotel passeggiando lungo il bazaar della città. Dopo il pranzo abbiamo il pomeriggio a disposizione per un po’ di shopping al bazaar. Ceniamo in hotel.


Il meglio del Rajasthan

Giorno 1 - Partenza - Delhi
Il nostro viaggio in India ha inizio. La nostra destinazione è Delhi, la megalopoli più popolosa dell'India, città unica al mondo che esemplifica in pieno tutta la ricchezza e i contrasti di questa incredibile nazione. Atterriamo in serata o in nottata, e all’arrivo in aeroporto incontriamo l’assistente che ci accompagna al nostro hotel.

Giorno 2 - Delhi
Iniziamo la giornata con un giro in minivan per i grandi viali della nuova città, su cui si affacciano il Parlamento e il celebre India Gate. Visitiamo il grande tempio sikh di Gurudwara Bangla Sahib per un primo approccio al misticismo indiano e ci immergiamo quindi nel caos di Chandni Chowk, il cuore nevralgico della città vecchia. Visitiamo la grande Moschea del Venerdì (Jama Masjid), prima del pranzo al ristorante. In seguito visitiamo l’esterno del Forte Rosso, costruito alla fine del 1600 per volere dell’Imperatore Shah Jahan. Infine raggiungiamo il Gandhi Smriti, luogo in cui Gandhi visse i suoi ultimi giorni di vita, e il Raj Ghat, suo luogo di cremazione. La sera ceniamo in hotel.

Giorno 3 - Delhi - Agra
Dopo la colazione visitiamo il Qutub Minar, o Torre della Vittoria, capolavoro dell’arte islamica in India che, con i suoi 72 metri, è il più alto minareto in mattoni del mondo. Proseguiamo con la visita del Lotus Temple, il tempio a forma di loto costruito nel 1986 dai seguaci della fede Baha’i: qui tutto parla di pace e di serenità, tutto è bianco e non c’è nessuna immagine, perché qui tutti, di qualsiasi religione, possono entrare, pregare e meditare. Partiamo quindi per Agra, con una sosta per il pranzo lungo il percorso. Qui visitiamo il Forte Rosso, la fortezza voluta dall’imperatore Akbar e trasformata in splendida residenza da suo figlio Shah Jahan. Rientriamo in hotel per la cena.

Giorno 4 - Agra - Fatehpur Sikri - Abhaneri - Jaipur
Il Taj Mahal, uno dei monumenti più straordinari al mondo, fu costruito per volere dell’Imperatore Shah Jahan come tomba per l’adorata moglie e il momento migliore per visitalo è all’alba, quando il sole tinge il bianco edificio di mille colori. Rientriamo in hotel per la colazione e in seguito partiamo per la città fantasma di Fatehpur Sikri, costruita dall'imperatore Akbar e abbandonata dopo soli dodici anni. Il pranzo è previsto nel corso dell’escursione. Sostiamo poi al piccolo villaggio di Abhaneri, celebre per la presenza del Chand Baori, forse il più monumentale tra i pozzi a gradoni dell’India. Raggiungiamo quindi Jaipur, dove ceniamo in hotel.

Giorno 5 - Jaipur
Visitiamo la “città rosa”, che deve il suo nome al colore dell’arenaria con cui sono stati costruiti gli edifici. Vediamo il monumentale Palazzo dei Venti, il Palazzo di Città e l'Osservatorio Astronomico. Durante la passeggiata nel coloratissimo mercato, le signore possono farsi decorare le mani con l'henné e provare così una delle tradizioni indiane più radicate. Dopo il pranzo al ristorante abbiamo del tempo a disposizione fino al tardo pomeriggio, quando raggiungiamo in jeep il Forte di Amber, arroccato su una collina, e visitiamo questo complesso monumentale annoverato tra i siti Unesco. Ceniamo presso l’esclusivo ristorante 1135 AD per provare un autentico ambiente reale rajput.

Giorno 6 - Jaipur - Pushkar
Partiamo verso Pushkar, la città sacra nata dalle mani del dio Brahma, dove è previsto il pranzo. Pushkar è una delle città più antiche dell’India e si affaccia sull’omonimo lago che, secondo la tradizione, ha avuto origine dalle lacrime del dio. Qui passeggiamo tra i ghat dove abbiamo anche modo di partecipare a una cerimonia di benedizione con un bramino. Percorriamo piccole stradine dove tutto è ritualità e spiritualità. Visitiamo l’unico tempio esistente dedicato a Brahma, dove santoni ricevono pellegrini e turisti per divulgare i loro consigli. Pushkar è una città vegetariana ed è vietato introdurre e consumare carne e alcolici. La cena, strettamente vegetariana, è prevista in hotel.

Giorno 7 - Pushkar - Jodhpur
Dopo la colazione partiamo in direzione di Jodhpur, dove arriviamo per il pranzo in hotel. Conosciuta come la “città blu" per il colore con cui sono costruiti la maggior parte degli edifici, Jodhpur è la seconda città del Rajasthan ed è stata la sede di una delle più celebri dinastie di Maharaja dell’India. Visitiamo l’imponente Forte di Mehrangarh, che dalla collina domina il centro abitato e comprende numerosi edifici ed un museo che conserva le ricche collezioni dei Maharaja. In seguito visitiamo il Jaswant Thada, imponente cenotafio di marmo bianco, e saliamo poi a bordo di un tradizionale tuc-tuc per un giro nella città vecchia. Rientriamo in hotel per la cena.

Giorno 8 - Jodhpur - Ranakpur - Udaipur
Partiamo per Udaipur e, lungo il percorso, facciamo una sosta per visitare lo splendido complesso jainista di Ranakpur che, con i suoi 3600 metri quadrati, è il più vasto dell’India. L’amore e il profondo rispetto della natura della comunità jainista si riflette nelle architetture dei loro templi e qui a Ranakpur troviamo un vero capolavoro di sculture e ceselli del candido marmo bianco con cui è stato costruito l’edificio. Dopo il pranzo raggiungiamo Udaipur, incastonata tra i verdi rilievi degli Aravalli e il Lago Pichola, seconda capitale dell’antica dinastia dei Mewar che ha governato questa regione per 1400 anni. Ceniamo in hotel.

Giorno 9 - Udaipur 
Dedichiamo la giornata alla visita guidata di Udaipur, che prevede in mattinata la visita del Palazzo di Città, un meraviglioso palazzo in marmo e granito affacciato sul Lago Pichola, al cui interno si trovano numerosi cortili e giardini, e del Museo dei Maharaja. Dopo il pranzo al ristorante continuiamo la visita con il tempio di Jagdish, nel quale si trovano diverse statue molto interessanti, con una navigazione sul Lago Pichola e poi con la visita del Jag Mandir, sontuoso palazzo che risale al XVII secolo. La cena di arrivederci è accompagnata da musica e danze tradizionali.

Giorno 10 - Udaipur - Delhi
Dopo la colazione la mattina è libera, con la possibilità di partecipare a un'escursione facoltativa a Eklingji e Nagda per visitare i templi induisti costruiti tra il VII e il X secolo. In tarda mattinata raggiungiamo l’aeroporto di Udaipur e dopo un breve volo raggiungiamo Delhi. Arrivati a Delhi ci sistemiamo nella camera che abbiamo a disposizione per riposare prima del volo notturno. Ceniamo in hotel.

Giorno 11 - Delhi - Rientro
Il nostro viaggio in India è arrivato alla sua conclusione e dobbiamo ora prepararci a salutare questa affascinante e indimenticabile nazione. Nella notte veniamo accompagnati all'aeroporto di Delhi per ripartire, in tempo utile per salire a bordo del volo di rientro che ci riporta in Italia.


Il meglio del Rajasthan e Varanasi

Giorno 1 - Partenza - Delhi
Il nostro viaggio in India ha inizio. La nostra destinazione è Delhi, la megalopoli più popolosa dell'India, città unica al mondo che esemplifica in pieno tutta la ricchezza e i contrasti di questa incredibile nazione. Atterriamo in serata o in nottata, e all’arrivo in aeroporto incontriamo l’assistente che ci accompagna al nostro hotel.

Giorno 2 - Delhi
Iniziamo la giornata con un giro in minivan per i grandi viali della nuova città, su cui si affacciano il Parlamento e il celebre India Gate. Visitiamo il grande tempio sikh di Gurudwara Bangla Sahib per un primo approccio al misticismo indiano e ci immergiamo quindi nel caos di Chandni Chowk, il cuore nevralgico della città vecchia. Visitiamo la grande Moschea del Venerdì (Jama Masjid), prima del pranzo al ristorante. In seguito visitiamo l’esterno del Forte Rosso, costruito alla fine del 1600 per volere dell’Imperatore Shah Jahan. Infine raggiungiamo il Gandhi Smriti, luogo in cui Gandhi visse i suoi ultimi giorni di vita, e il Raj Ghat, suo luogo di cremazione. La sera ceniamo in hotel.

Giorno 3 - Delhi - Agra
Dopo la colazione visitiamo il Qutub Minar, o Torre della Vittoria, capolavoro dell’arte islamica in India che, con i suoi 72 metri, è il più alto minareto in mattoni del mondo. Proseguiamo con la visita del Lotus Temple, il tempio a forma di loto costruito nel 1986 dai seguaci della fede Baha’i: qui tutto parla di pace e di serenità, tutto è bianco e non c’è nessuna immagine, perché qui tutti, di qualsiasi religione, possono entrare, pregare e meditare. Partiamo quindi per Agra, con una sosta per il pranzo lungo il percorso. Qui visitiamo il Forte Rosso, la fortezza voluta dall’imperatore Akbar e trasformata in splendida residenza da suo figlio Shah Jahan. Rientriamo in hotel per la cena.

Giorno 4 - Agra - Fatehpur Sikri - Abhaneri - Jaipur
Il Taj Mahal, uno dei monumenti più straordinari al mondo, fu costruito per volere dell’Imperatore Shah Jahan come tomba per l’adorata moglie e il momento migliore per visitalo è all’alba, quando il sole tinge il bianco edificio di mille colori. Rientriamo in hotel per la colazione e in seguito partiamo per la città fantasma di Fatehpur Sikri, costruita dall'imperatore Akbar e abbandonata dopo soli dodici anni. Il pranzo è previsto nel corso dell’escursione. Sostiamo poi al piccolo villaggio di Abhaneri, celebre per la presenza del Chand Baori, forse il più monumentale tra i pozzi a gradoni dell’India. Raggiungiamo quindi Jaipur, dove ceniamo in hotel.

Giorno 5 - Jaipur
Visitiamo la “città rosa”, che deve il suo nome al colore dell’arenaria con cui sono stati costruiti gli edifici. Vediamo il monumentale Palazzo dei Venti, il Palazzo di Città e l'Osservatorio Astronomico. Durante la passeggiata nel coloratissimo mercato, le signore possono farsi decorare le mani con l'henné e provare così una delle tradizioni indiane più radicate. Dopo il pranzo al ristorante abbiamo del tempo a disposizione fino al tardo pomeriggio, quando raggiungiamo in jeep il Forte di Amber, arroccato su una collina, e visitiamo questo complesso monumentale annoverato tra i siti Unesco. Ceniamo presso l’esclusivo ristorante 1135 AD per provare un autentico ambiente reale rajput.

Giorno 6 - Jaipur - Pushkar
Partiamo verso Pushkar, la città sacra nata dalle mani del dio Brahma, dove è previsto il pranzo. Pushkar è una delle città più antiche dell’India e si affaccia sull’omonimo lago che, secondo la tradizione, ha avuto origine dalle lacrime del dio. Qui passeggiamo tra i ghat dove abbiamo anche modo di partecipare a una cerimonia di benedizione con un bramino. Percorriamo piccole stradine dove tutto è ritualità e spiritualità. Visitiamo l’unico tempio esistente dedicato a Brahma, dove santoni ricevono pellegrini e turisti per divulgare i loro consigli. Pushkar è una città vegetariana ed è vietato introdurre e consumare carne e alcolici. La cena, strettamente vegetariana, è prevista in hotel.

Giorno 7 - Pushkar - Jodhpur

Dopo la colazione partiamo in direzione di Jodhpur, dove arriviamo per il pranzo in hotel. Conosciuta come la “città blu" per il colore con cui sono costruiti la maggior parte degli edifici, Jodhpur è la seconda città del Rajasthan ed è stata la sede di una delle più celebri dinastie di Maharaja dell’India. Visitiamo l’imponente Forte di Mehrangarh, che dalla collina domina il centro abitato e comprende numerosi edifici ed un museo che conserva le ricche collezioni dei Maharaja. In seguito visitiamo il Jaswant Thada, imponente cenotafio di marmo bianco, e saliamo poi a bordo di un tradizionale tuc-tuc per un giro nella città vecchia. Rientriamo in hotel per la cena.

Giorno 8 - Jodhpur - Ranakpur - Udaipur

Partiamo per Udaipur e, lungo il percorso, facciamo una sosta per visitare lo splendido complesso jainista di Ranakpur che, con i suoi 3600 metri quadrati, è il più vasto dell’India. L’amore e il profondo rispetto della natura della comunità jainista si riflette nelle architetture dei loro templi e qui a Ranakpur troviamo un vero capolavoro di sculture e ceselli del candido marmo bianco con cui è stato costruito l’edificio. Dopo il pranzo raggiungiamo Udaipur, incastonata tra i verdi rilievi degli Aravalli e il Lago Pichola, seconda capitale dell’antica dinastia dei Mewar che ha governato questa regione per 1400 anni. Ceniamo in hotel.

Giorno 9 - Udaipur

Dedichiamo la giornata alla visita guidata di Udaipur, che prevede in mattinata la visita del Palazzo di Città, un meraviglioso palazzo in marmo e granito affacciato sul Lago Pichola, al cui interno si trovano numerosi cortili e giardini, e del Museo dei Maharaja. Dopo il pranzo al ristorante continuiamo la visita con il tempio di Jagdish, nel quale si trovano diverse statue molto interessanti, con una navigazione sul Lago Pichola e poi con la visita del Jag Mandir, sontuoso palazzo che risale al XVII secolo. La cena è accompagnata da musica e danze tradizionali.

Giorno 10 - Udaipur - Delhi

Dopo la colazione la mattina è libera, con la possibilità di partecipare a un'escursione facoltativa a Eklingji e Nagda per visitare i templi induisti costruiti tra il VII e il X secolo. In tarda mattinata raggiungiamo l’aeroporto di Udaipur e dopo un breve volo raggiungiamo Delhi. Arrivati a Delhi ci sistemiamo nella camera che abbiamo a disposizione nei pressi dell’aeroporto.

Giorno 11 - Delhi - Varanasi

Raggiungiamo nuovamente l’aeroporto di Delhi e partiamo con uno dei primi voli della mattina in direzione di Varanasi. All’arrivo iniziamo subito la visita della città più sacra agli induisti. Visitiamo la città vecchia e l'antica Moschea, prima del pranzo al ristorante. Nel pomeriggio raggiungiamo a piedi i “ghat”, gradini che scendono verso il sacro fiume Gange, fulcro della devozione dei pellegrini induisti. A bordo di una barca che ci porta al centro del fiume assistiamo all’emozionante preghiera della sera, l’Aarti, rituale dedicato alla Dea Madre del fiume, Ganga. Rientriamo in hotel per la cena.

Giorno 12 - Varanasi - Delhi

Prima dell’alba raggiungiamo nuovamente il Gange, dove ci attende la nostra barca a remi. Osserviamo dal fiume i pellegrini che compiono le loro abluzioni e i palazzi dei Maharaja sulla riva. Rientriamo quindi in albergo per la colazione e partiamo poi in direzione di Sarnath, luogo della prima predica del Buddha, dove si trova un piccolo museo con capolavori dell’arte Gandara e il Dhamekh Stupa, che ricorda il luogo in cui Buddha insegnò ai suoi discepoli. Dopo il pranzo al ristorante raggiungiamo l’aeroporto e prendiamo il volo per Delhi. All’arrivo, ci sistemiamo nel nostro hotel, dove ceniamo e trascorriamo le ultime ore prima della partenza per l’Italia.

Giorno 13 - Delhi - Rientro

Il nostro viaggio in India è arrivato alla sua conclusione e dobbiamo ora prepararci a salutare questa affascinante e indimenticabile nazione. Nella notte veniamo accompagnati all'aeroporto di Delhi per ripartire, in tempo utile per salire a bordo del volo di rientro che ci riporta in Italia.


India Classica

Giorno 1 - Partenza - Delhi

Il nostro viaggio in India ha inizio. La nostra destinazione è Delhi, la megalopoli più popolosa dell'India, città unica al mondo che esemplifica in pieno tutta la ricchezza e i contrasti di questa incredibile nazione. Atterriamo in serata o in nottata e, all’arrivo in aeroporto, incontriamo l’assistente che ci accompagna al nostro hotel.

Giorno 2 - Delhi
Iniziamo la giornata con un giro in minivan per i grandi viali della nuova città, su cui si affacciano il Parlamento e il celebre India Gate. Visitiamo il grande tempio sikh di Gurudwara Bangla Sahib per un primo approccio al misticismo indiano e ci immergiamo quindi nel caos di Chandni Chowk, il cuore nevralgico della città vecchia. Visitiamo la grande Moschea del Venerdì (Jama Masjid), prima del pranzo al ristorante. In seguito visitiamo l’esterno del Forte Rosso, costruito alla fine del 1600 per volere dell’Imperatore Shah Jahan. Infine raggiungiamo il Gandhi Smriti, luogo in cui Gandhi visse i suoi ultimi giorni di vita, e il Raj Ghat, suo luogo di cremazione. La sera ceniamo in hotel.

Giorno 3 - Delhi - Mandawa
Prima di partire verso il Rajasthan visitiamo il Qutub Minar, o Torre della Vittoria, capolavoro dell’arte islamica in India che, con i suoi 72 metri, è il più alto minareto in mattoni del mondo. Partiamo quindi per Mandawa, nella regione di Shekhawati. Il pranzo è incluso nel corso del viaggio. Raggiungiamo Mandawa nel tardo pomeriggio e in serata ceniamo con un accompagnamento di canti e danze tradizionali.

Giorno 4 - Mandawa - Jaipur
Lo Shekhawati è una piccola regione del Rajasthan in cui si sono insediati i ricchi mercanti Marwari. Famose sono le loro dimore (Haveli) impreziosite da dipinti naif coloratissimi e da oggetti di grande lavoro, frutto dei commerci che seguivano la celebre Via della Seta. Al mattino passeggiamo nei villaggi della zona fino ad arrivare alla Jhunjhunwala Haveli, un edificio con pareti affrescate, modanature in legno decorate e soffitti colorati. Dopo il pranzo al ristorante partiamo alla volta di Jaipur, che raggiungiamo in serata. Ceniamo in un caratteristico ristorante della città.

Giorno 5 - Jaipur
Visitiamo Jaipur, la “città rosa”, che deve il suo soprannome al colore dell’arenaria dei suoi edifici. Vediamo il monumentale Palazzo dei Venti, il Palazzo di Città e l'Osservatorio Astronomico. Durante la passeggiata nel coloratissimo mercato, le signore possono farsi decorare le mani con l'henné e provare così una delle tradizioni indiane più radicate. Dopo il pranzo al ristorante abbiamo del tempo a disposizione per lo shopping. Nel tardo pomeriggio raggiungiamo in jeep il Forte di Amber, arroccato su una collina, e visitiamo questo complesso monumentale annoverato tra i siti Unesco. Ceniamo presso l’esclusivo ristorante 1135 AD per provare un autentico ambiente reale rajput.

Giorno 6 - Jaipur - Abhaneri - Fatephur - Sikri - Agra
Al mattino partiamo verso Agra, con due tappe lungo il percorso. La prima è al piccolo villaggio di Abhaneri, celebre per la presenza del Chand Baori, forse il più monumentale tra i pozzi a gradoni dell’India, un vero palazzo che invece di ergersi verso il cielo scende con un dedalo di scale alla ricerca dell’acqua, molto rara in queste zone. La seconda tappa ci consente di visitare la città fantasma di Fatehpur Sikri, città-palazzo costruita dall'imperatore Akbar e abbandonata dopo soli dodici anni. Pranziamo nel corso del viaggio. In serata giungiamo ad Agra, dove ci attende la cena.

Giorno 7 - Agra
Visitiamo il Forte Rosso, costruito nel 1565 per ordine di Akbar il Grande e trasformato in residenza principesca dal figlio Shah Jahan. L’interno è un dedalo di padiglioni, moschee, vasche e fontane che culminano nello Shah Burj, dal quale si gode della vista sul Taj Mahal. Visitiamo poi la tomba di Akbar a Sikandra e il Barj Taj. Dopo il pranzo, una passeggiata nel Giardino della Luna ci introduce alla visita più importante della giornata: il Taj Mahal, che cerchiamo di raggiungere al calar del sole. Considerato uno dei monumenti architettonici più straordinari al mondo, venne costruito per volere dell’Imperatore Shah Jahan come tomba per l’adorata moglie. Ceniamo in hotel.

Giorno 8 - Agra - Jhansi - Orchha
Il momento migliore per visitare il Taj Mahal è all’alba, quando il sole tinge il bianco edificio di mille colori e la visita in solitaria è un'esperienza fantastica. Per questo motivo è disponibile una seconda visita facoltativa di questo monumento straordinario alle prime luci dell’alba. Dopo la colazione in hotel raggiungiamo la stazione ferroviaria da dove partiamo per Jhansi, cittadina situata a pochi chilometri da Orchha, la capitale nascosta dei sovrani Bundela dove si trovano numerosi edifici costruiti tra il XVI e il XVII secolo, che non hanno subito sostanziali trasformazioni e conservano un fascino straordinario. Pranziamo nel corso del viaggio e ceniamo in hotel ad Orchha.

Giorno 9 - Orchaa - Khajuraho

Dopo la prima colazione partiamo alla volta di Khajuraho, che raggiungiamo dopo circa 5 ore di viaggio. All’arrivo visitiamo i celebri templi del Gruppo Occidentali. Questi magnifici edifici costruiti dai sovrani Chandela tra il 950 e il 1100 sono celebri per la qualità delle sculture, spesso di argomento erotico. Pranziamo nel corso del viaggio. Dopo la cena in hotel è possibile partecipare ad uno spettacolo facoltativo di “suoni e luci”, durante il quale i bellissimi templi vengono illuminati al ritmo della musica in un percorso attraverso la storia di questo fantastico luogo.

Giorno 10 - Khajuraho - Varanasi
Dopo la prima colazione iniziamo il nostro viaggio verso Varanasi, che raggiungiamo dopo circa 8 ore. È previsto un pranzo al sacco nel corso del viaggio. Dopo esserci sistemati in hotel raggiungiamo i “ghat”, gradini che scendono verso il sacro fiume Gange, fulcro della devozione dei pellegrini induisti. Qui assistiamo all’emozionante preghiera della sera, per poi compiere una passeggiata in risciò nella Città Vecchia. Ceniamo in hotel.

Giorno 11 - Varanasi - Delhi
Prima dell’alba raggiungiamo nuovamente il Gange dove ci attende la nostra barca a remi. Dal fiume osserviamo i pellegrini che compiono le loro abluzioni e i palazzi dei Maharaja sulla riva. Passeggiamo poi a piedi tra i vicoli dell’antica città prima di rientrare in albergo per la colazione. È disponibile poi un'escursione facoltativa a Sarnath, luogo della prima predica del Buddha, dove si trova un piccolo museo con capolavori dell’arte Gandara. Pranziamo nel corso del viaggio. Raggiungiamo quindi l’aeroporto in tempo utile per la partenza per Delhi. All’arrivo, ci sistemiamo in un hotel nei pressi dell’aeroporto, dove ceniamo e trascorriamo le ultime ore prima della partenza per l’Italia.

Giorno 12 - Delhi - Rientro 

Il nostro viaggio in India è arrivato alla sua conclusione e dobbiamo ora prepararci a salutare questa affascinante e indimenticabile nazione. Nella notte veniamo accompagnati all'aeroporto di Delhi per ripartire, in tempo utile per salire a bordo del volo di rientro che ci riporta in Italia.



India del Sud: templi dravidici e Kerala

Giorno 1 - Partenza - Chennai
Partiamo dall’Italia su un volo di linea per Chennai, megalopoli brulicante di vita e capitale dello stato del Tamil Nadu. Un tempo nota come Madras, Chennai è il fulcro della civiltà dravidica, della quale preserva interessanti architetture ma anche le musiche e danze tipiche, l’arte e l’artigianato. Atterriamo in tarda serata o in nottata e, all’arrivo in aeroporto, incontriamo l’assistente che ci accompagna al nostro hotel.

Giorno 2 - Chennai
Visitiamo il Tempio di Kapaleeshwarar, uno dei più antichi templi dravidici della città, caratterizzato da due ingressi: il principale, contrassegnato da un Gopuram alto più di 40 metri, e uno secondario che dà sulla grande vasca dove i fedeli compiono le abluzioni. Proseguiamo con la visita del Forte di St. George, della National Art Gallery e del Rippon Building. Dopo il pranzo al ristorante partiamo per Mahabalipuram, città storica e Patrimonio Unesco, dove visitiamo il Tempio di Shore e Pancha Ratha, un complesso di cinque strutture dedicate ai fratelli Pandava, eroi del Mahabharata, poema epico indù. Infine visitiamo i Templi delle Grotte, prima di rientrare in hotel per la cena.

Giorno 3 - Chennai - Trichy - Tanjore
Raggiungiamo l’aeroporto di Chennai e partiamo in aereo per Trichy. All’arrivo proseguiamo per Tanjore e arriviamo in hotel per il pranzo. Tanjore è una piccola cittadina adagiata tra le rigogliose risaie del delta del Cauvery, motivo per cui è chiamata anche la “ciotola di riso del Tamil Nadu”. Nel pomeriggio visitiamo il Tempio di Brihadeswara, simbolo della città e considerato uno dei migliori esempi di architettura dravidica. In seguito visitiamo il Palazzo di Tanjore, raro esempio di architettura Maratha nel sud dell’India, che ospita il Tamil University Museum, una galleria d’arte e la biblioteca Saraswati Mahal, dove sono conservati diversi testi antichi. Ceniamo in hotel.

Giorno 4 - Tanjore - Chettinad - Madurai
Partiamo per Chettinad, famosa per le antiche residenze dei Chettiar, uomini d’affari del XIX secolo che fecero costruire splendidi palazzi con vetrate policrome, pannelli in teak e marmi italiani a profusione. Ne visitiamo alcuni prima del pranzo al ristorante, a base di specialità locali, famose per la quantità e varietà di spezie usate per preparare piatti prevalentemente non vegetariani. Proseguiamo il viaggio verso la città di Madurai, massima espressione dell’architettura dravidica. Qui visitiamo il Tempio di Meenakshi, un vasto complesso induista nel quale svettano le caratteristiche gopuram (torri), interamente ricoperte di incisioni. Assistiamo alla cerimonia Aarti prima della cena.

Giorno 5 - Madurai - Thekkady
Partiamo per le montagne dei Ghati occidentali, dove si trova il Parco Nazionale del Periyar, una riserva che ospita oltre 49 specie di mammiferi, tra cui le tigri. Visitiamo il Giardino delle Spezie, dove vengono coltivati pepe, cardamomo, chiodi di garofano, vaniglia, caffè, frutti tropicali e molto altro. Pranziamo con piatti tipici del Kerala e nel pomeriggio facciamo una rilassante crociera sul lago, per osservare gli animali nelle praterie adiacenti alle rive e, con molta fortuna, anche il grande protagonista del parco: l’elefante. In seguito visitiamo la città di Thekkady e assistiamo a uno spettacolo di Kalarippayattu, un’arte marziale figurata tipica del Kerala. Ceniamo in hotel.

Giorno 6 - Thekkady - Kumarakom
Dopo la colazione partiamo per Kumarakom. Scendendo dalle montagne il panorama si allarga verso la costa e presto ci troviamo in una delle foreste di palme da cocco e mangrovie più grandi del mondo, intorno al lago Vembanad, il più grande del Kerala, che ha dato vita alle celebri “backwaters”. Ci sistemiamo in hotel per il pranzo e abbiamo il pomeriggio a disposizione per partecipare a qualcuna delle attività proposte dall’hotel (prenotabili e pagabili sul posto), dallo yoga al bird watching, dai trattamenti ayurveda alle lezioni di cucina, dalle passeggiate nella natura alla crociera nelle backwaters al tramonto. La sera ceniamo in hotel.

Giorno 7 - Kumarakom - Cochin
Partiamo per Cochin e dedichiamo la giornata alla visita della città, per secoli il principale porto di imbarco delle spezie dirette in Europa. Passeggiare per il centro storico di Cochin è un po’ come tornare indietro nel tempo, con l’atmosfera del periodo coloniale richiamata dai palazzi in stile europeo, come il Palazzo Olandese o la Sinagoga del XVI secolo. Nel cuore di Mattancherry, il centro storico di Cochin, si trovano bellissimi mandir (templi induisti) accanto a chiese cattoliche. Pranziamo in un ristorante nel corso della visita. Prima della cena in hotel, assistiamo a uno spettacolo dell'antica danza Kathakali, che risale a più di 300 anni fa e rievoca i poemi epici indiani.

Giorno 8 - Cochin - Rientro
Il nostro viaggio nell’India del Sud è arrivato alla sua conclusione e dobbiamo ora prepararci a salutare questa terra affascinante e indimenticabile. Nella notte veniamo accompagnati all'aeroporto di Cochin per ripartire, in tempo utile per salire a bordo del volo di rientro che ci riporta in Italia.