https://ilgrilloviaggiante.it/
"Sognare e Viaggiare"
il Grillo racconta
Messico: il Confine 1°parte
Una lunga linea di illusione e disperazione,
è quella che separa Stati Uniti e Messico...

Leggi ora


Benessere e Sport Natale Capodanno Offerte Scontate Last Minute Last Second Ricerca Vacanze Vacanze Italia

e-vado Stranezze dal Mondo - il Grillo Viaggiante



Offerte Vacanze Francia


La Corsica è un'isola appartenente politicamente alla Francia, ma geograficamente alla regione italiana. Per estensione è la quarta isola del Mediterraneo (dopo Sicilia, Sardegna e Cipro) e, separata dalla Sardegna dal breve tratto delle Bocche di Bonifacio, emerge come una grande catena montuosa ricca di foreste dal mar Mediterraneo, segnando il confine tra la sua parte occidentale, il mar Tirreno e il mar Ligure.
Crocevia da 4.000 anni di rotte e di popoli, l'isola, secondo un'ormai consolidata leggenda, venne chiamata Kallíste (ossia "la più bella") dai Greci; altri nomi antichi furono Cyrnos, Cernealis, Corsis e Cirné. Oggi è chiamata "l'Île de Beauté", ovvero "l'isola della bellezza". È conosciuta come il luogo natale di Napoleone (nato nel 1769 ad Ajaccio, tre mesi dopo l'invasione contro la Repubblica Corsa di Pasquale Paoli e un anno dopo che l'isola era stata ceduta in pegno per debiti a Luigi XV dalla Repubblica di Genova).
Con circa un terzo del suo territorio protetto come parco naturale, e gran parte del litorale ancora immune dalle colate di cemento che hanno deturpato gran parte delle coste mediterranee, la Corsica, quasi spopolata (circa 35 abitanti/km²), basa buona parte della sua economia sul turismo, che raddoppia all'incirca la sua popolazione d'estate. Alla ricettività, ben sviluppata e assortita per offerte e destinazioni (dall'alpinismo alla subacquea), si affianca la tradizionale economia agro-pastorale e vinicola, cui negli ultimi anni, pur tra difficoltà e contraddizioni, si aggiunge una timida apertura verso il terziario avanzato.
Il clima della Corsica è generalmente di tipo mediterraneo, con estati calde e secche e inverni miti e piovosi lungo la fascia costiera, più freddi e nevosi sulle montagne dell'interno, in funzione dell'altitudine.