Instant News | Offerte Scontate | Last Minute | Last Second | Ricerca Viaggi | Sesterzi | Informazioni

Vota Caesar Tour su Italia Travel Awards e vinci

Offerte per Immacolata Natale e Capodanno Epifania

Indietro

Cambogia

Si trova in Cambogia \ Tour

Programma

1° Giorno - Phnom Penh
Arrivo a Phnom Penh Arrivo in aeroporto ed incontro con la guida. Trasferimento con transfer privato presso hotel (attenzione, le camere saranno disponibili dalle ore 14:00). Pasti liberi. Pernottamento presso l'hotel.

2° Giorno - Phnom Penh – Isola di Koh Dach - Phnom Penh (Prima colazione, pranzo e cena)
Prima colazione in hotel e trasferimento all’imbarcadero di Phnom Penh per iniziare una gita su di una barca locale (non privata) alla volta dell’isola di Koh Dach, lungo il fiume Mekong, nella provincia di Kandaal a 2 ore da Phnom Penh. Koh Dach è conosciuata anche come ‘Isola della seta’ e gli abitanti sono famosi per le loro tecniche di tessitura sia della seta che del cotone. Si attraverseranno i campi di riso e di palma e si potranno osservare le donne del villaggio all’opera per la realizzazione di prodotti artigianali di rara bellezza. Pranzo al villaggio presso una abitazione tipica. Il pomeriggio è dedicato alla scoperta della capitale cambogiana. Si comincerà con la visita del Palazzo Reale costruito nel 1866 dal re Norodom ed esempio notevole dell'arte khmer; a seguire la pagoda d’Argento, all’interno del complesso che ospita il Palazzo Reale. Questa famosa pagoda accoglie alcuni dei capolavori della Capitale: un Buddha in oro massiccio del peso di 90kg sul quale sono incastonati ben 9584 diamanti e un altro Buddha di smeraldo e cristallo di baccarat risalente al XVII secolo. Proseguimento con la visita del Museo Nazionale e, per chiudere in bellezza, si esploreranno le origini della città di Phnom Penh con la visita del Vat Phnom che simboleggia la fondazione della città. Rientro in hotel. Cena in ristorante tipico. Pernottamento presso l'hotel. Attenzione: Le visite del Palazzo Reale, della Pagoda d’Argento e del Museo Nazionale saranno effettuate da guide locali (in quanto le guide del tour non sono autorizzate a seguire il gruppo). Il Palazzo Reale e la Pagoda d’Argento chiudono a volte senza preavviso per le cerimonie ufficiali. In questo caso la visita sarà sostituita con un'altra visita possibile. Attenzione: E’ raccomandabile non avvicinarsi alle numerose scimmie che vivono sul Vat Phnom: possono essere molto aggressive.

3 ° Giorno - Phnom Penh – Battambang (290 Km – 4h30) (Prima colazione e pranzo).
Prima colazione in hotel e partenza per Battambang, lungo una strada che attraversa la campagna cambogiana e permetterà di ammirare stupendi paesaggi di risaie, decorate da enormi palme da zucchero e da graziose case tradizionali su palafitta. Dopo due ore di strada, si arriverà alla città di Kompong Chnang: ove si potrà effettuare una breve sosta per una passeggiata nei villaggi tradizionali dei vasai. Qui gli artigiani fabbricano oggetti in bronzo per cucinare e molti altri oggetti utili alla vita quotidiana e utilizzati per la decorazione delle case cambogiane. Proseguimento verso Battambang, con sosta dopo circa un'ora di viaggio per una breve visita al villaggio di Ponley ove - a bordo di una barca locale - si potrà ammirare la vita comunitaria di un vero villaggio galleggiante sul lago.
Proseguimento alla volta di Battambang. Arrivo e check in in hotel, cena libera e pernottamento.

4° Giorno - Battambang (Prima colazione e pranzo).
Dopo la prima colazione, visita della città di Battambang, una graziosa cittadina che si estende lungo il fiume Sangker, costellata da eleganti case dallo stile coloniale francese. La visita comincerà con un primo giro d'orientamento in bicicletta (in alternativa in Tuk-Tuk): (percorso che è fuori dai sentieri battuti) per osservare la vita contadina degli abitanti dei villaggi e scoprire la Cambogia più vera e meno conosciuta. Seguendo il percorso di un piccolo ruscello, si potranno ammirare le case tradizionali immutate da generazioni, risaie, piccole botteghe locali; illustrazione della preparazione del riso o come viene fatta la tradizionale pasta a base di salsa di pesce (prahok). Il tutto circondati dagli abitanti dei villaggi e dalla curiosità dei più piccoli di loro. Visita del Museo provinciale e di una graziosa pagoda in legno prima di raggiungere il tempio di Wat EK Phnom dell’XI secolo. Lungo la strada attraverso villaggi tradizionali, si potrà assistere alla fabbricazione di gallette di riso realizzate da una una famiglia locale e parlare con loro per conoscere meglio la loro vita quotidiana. Pranzo in ristorante locale. Nel pomeriggio, proseguimento alla volta del superbo tempio di Prasat Banan risalente al XII secolo. Dopo aver attraversato suggestivi ponti sospesi lungo il fiume e aranveti, si raggiungerà la cima della collina: ove si erge a circa 400 metri di altezza il tempio, al culmine di una lunga scalinata (circa 358 scalini). Il panorama che si potrà ammirare è di una bellezza mozzafiato e si staglia tra villaggi, pianure e pagode. Possibilità anche di fare un giro nell’immenso campo di papaia che circonda il tempio e apprezzare la serenità di questo luogo incredibile. Cena libera. Pernottamento presso l’hotel.

5° Giorno - Battambang - Siem Reap  - 173 Km – 3h30 (Prima colazione e pranzo).
Partenza per Siem Reap attraverso la provincia di Banteay Meanchey N.B La strada non è sempre in buono stato, quindi i tempi di percorrenza indicati potebbero dilatarsi Lungo la strada si trovano alcuni villaggi che lavorano la pietra e la seta: potrete osservareove si potranno osservare le tecniche degli scultori e quelle dei lavoratori della seta attraverso tutte le tappe del metodo tradizionale (dall'allevamento del baco da seta alla tessitura della seta passando alla creazione del tessuto e alla tintura). Arrivo a Siem Reap verso le 13h00. Pranzo in un ristorante locale. Pomeriggio dedicato all’introduzione alla civiltà Khmer, protagonista dei giorni successivi: la visita del Museo Nazionale di Angkor. 8 gallerie in oltre 20.000mq dedicati all’antica civiltà di Angkor. Manufatti, incisioni, reperti religiosi e testimonianze dell’eccezionale evoluzione sociale di una delle più antiche popolazioni mai esistite.Cena libera. Pernottamento in hotel.

6 ° Giorno - Angkor Wat - Banteay Srei - Ta Prohm (Prima colazione e pranzo).
Appuntamento con la guida in hotel per iniziare la scoperta del meraviglioso tempio di Angkor Wat, Patrimonio mondiale dell'Umanità. Questo tempio è uno dei monumenti più straordinari mai concepiti dall’uomo, costruito nel XII secolo (1112-1152) in onore della divinità indu Vishnu. Nella religione induista, Vishnu è la divinità degli Spazi, nonché la seconda Persona della Trimurti (chiamata anche Trinità indù, composta da Brahma, Vishnu e Shiva). Pranzo in ristorante tipico a base di cucina Khmer. Nel pomeriggio visita del tempio di Banteay Srei, considerato uno dei gioielli dell'arte khmer: costruito nel X secolo, questo piccolo tempio d'arenaria rosa, il cui nome significa “Cittadella delle donne", contiene capolavori di scultura ancora in buono stato di conservazione. André Malraux lo rese famoso all'inizio del XX secolo grazie al ritrovamento di alcune teste di apsara – ammalianti creature che raffiguravano l’ideale massimo di bellezza femminile - che tentò di trafugare, poi restituite alla comunità nel 1923. Sulla via del ritorno, è prevista una sosta al vecchio monastero di Ta Prohm, dove giganteschi alberi secolari hanno messo le radici nelle pietre sovrastando le costruzioni circostanti. Oltre a questa imponente vegetazione, avrete modo di vedere delle splendide devatas – divinità femminili - scolpite nella roccia e vi troverete immersi nell'atmosfera tipica che permeava i templi costruiti sotto il regno di Jayavarman VII. Ritorno in albergo per per rilassarsi e prepararsi alla serata (7pm circa). Speciale Proprio alle spalle del Museo Nazionale di Angkor, uno spettacolo a metà tra circo e teatro: il ‘Phare, The Cambodian Circus’, unsice danza, musica moderna, arti acrobatiche e teatro per trasportare gli spettatori nella storia e nella vita quotidiana della Cambogia, attraverso travolgenti e toccanti performances artistiche di giovani talenti locali. Ad oggi, la testimonianza più autentica della lenta ma dignitosa rinascita di questo Popolo. Durata: circa 1h Cena libera. Pernottamento in hotel.

7° Giorno - Preah Khan - Neak Pean - Thommanon - Chau Say Tevoda - Angkor Thom (Prima colazione e cena).
Prima colazione e partenza in tuk-tuk per il Nord di Angkor, cominciando con la visita al Tempio di Preah Khan, costruito da Jayavarman VII nel 1191 in onore di suo padre, il Dio risparmiatore del Buddismo Mayahanista: il tempio era in origine una vera e propria città e un luogo dedicato agli studi buddisti. Appartenente alla stessa epoca, Neak Pean, chiamato anche “Nagas intrecciato”, è l’unica isola-tempio di Angkor: si dice che rappresenti simbolicamente Anavatapta, il lago sacro e mitico dell’Himalaya, venerato in India per le proprietà curative delle sue acque. Il grande bacino centrale è collegato ad altri quattro bacini più piccoli che rappresentano i quattro grandi fiumi della terra e i quattro punti cardinali. Ciascuno di loro possiede un "gargoyle" (figura animalesca): il leone, il cavallo, l'elefante e l'uomo. Proseguimento della visita di Angkor alla volta dei due bellissimi templi di Thommanon e Chau Say Tevoda, risalenti al XII secolo e costruiti sotto il regno di Suryavarman II: qui (in particolare a Chau Say Tevoda) si trovano sculture in onore di Shiva e Vishnu oltre a devatas di una grazia eccezionale. Pranzo libero. Nel pomeriggio, visita di Angkor Thom (letteralmente ‘grande città’, un tempo capitale del regno di Jayavarman VII) cominciando con la barriera Sud e il famoso tempio di Bayon del XII, dedicato al buddismo. Il tempio – considerato una riproduzione del Monte Meru sacro agli induisti - è composto da circa 54 torri quadrangolari raffiguranti 216 visi del Dio Avalokitesvara. Si continua con la visita alla Terrazza degli elefanti - un’area di 350 metri a lato dell’imponente Piazza Reale, in passato luogo deputato alle cerimonie pubbliche – per finire con la Terrazza del re Lebbroso: costruita nel XII secolo, deve il suo nome al ritrovamento di una statua che ricordava l’immagine di un malato di lebbra. Cena in ristorante con spettacolo di danze “Apsara” (non privato). Pernottamento in hotel.

8° Giorno - Siem Reap - Kompong Khleang – Partenza da Siem Reap (Prima colazione e pranzo).
Partenza in mattinata presto per Kompong Khleang, un villaggio situato a 40 chilometri da Siem Reap (circa 1h di macchina) Circondato da immense risaie, questo villaggio è famoso per le case su palafitta, immerse in un’atmosfera idilliaca in grado di incantare anno dopo anno un numero sempre maggiore di turisti: la popolazione vive di pesca e dei prodotti coltivati nei giardini galleggianti, in completa armonia con le diverse fasi climatiche. La religione è – anche in Cambogia – un aspetto fondamentale, che permea ed influenza la vita quotidiana di tutto il Paese, soprattutto nei villaggi. Ecco perché entrare a contatto diretto con questo ‘modus vivendi’ molto lontano da quello occidentale è sempre un’esperienza toccante: come una cerimonia di benedizione. All’interno di una pagoda, un monaco pregherà per voi, per augurarvi salute e serenità, suggellando la cerimonia con una sorta di benedizione e la donazione di oggetti utili alla vita del monaco. Il pranzo sarà presso una famiglia del villaggio, che aprirà le porte per accogliere tutti nella sua dimora. (Termine previsto intorno alle 14h30) Trasferimento diretto all’aeroporto per il volo di partenza.

Hotels previsti o similari

Per partenze dal 21/01/16:
Phnom Penh  - Frangipani Royal Palace****
Battambang -  Bambu ***
Siem Reap - Tara Angkor ****